Home / Famiglia / Assegno di cura, in scadenza il bando a Fabriano

Assegno di cura, in scadenza il bando a Fabriano

La sede di Fabriano dell’Ambito 10

FABRIANO – Ultimi giorni per poter presentare la domanda d’accesso all’assegno di cura per anziani non autosufficienti a Fabriano e nel suo comprensorio. Una misura sempre attesa dalle famiglie per lenire le difficoltà, anche economiche, considerando il perdurante stato di crisi lavorativa e occupazionale. Termine ultimo fissato per venerdì prossimo, 19 luglio.

Sono destinatari dell’assegno di cura le persone anziane non autosufficienti che, nel territorio dei Comuni dell’Ambito territoriale Sociale n.10 dell’Unione Montana Esino-Frasassi permangono nel proprio contesto di vita e di relazioni attraverso interventi di supporto assistenziale gestiti direttamente dalle loro famiglie o con l’aiuto di assistenti familiari private in possesso di regolare contratto di lavoro e iscritte al Registro Regionale degli Assistenti Familiari.

I requisiti per poter accedere al servizio sono che la persona anziana assistita debba aver compiuto 65 anni di età alla data di scadenza dell’avviso pubblico; essere dichiarato non autosufficiente con certificazione di invalidità pari al 100% e essere residente e domiciliato, nei termini di legge, in uno dei Comuni dell’ATS 10 dell’Unione Montana dell’Esino Frasassi e usufruire di un’adeguata assistenza presso il proprio domicilio, gestita direttamente dalla famiglia o da assistente domiciliare privata con regolare contratto di lavoro, iscritta all’Elenco Regionale degli Assistenti familiari. Occorre presentare certificazione Isee, valida al momento della presentazione della domanda.

L’intervento non è cumulabile con il servizio di assistenza domiciliare, con l’intervento Home Care Premium effettuato dall’Inps, con il contributo previsto dalla DGR 1697/2018, e con altri servizi di tipologia residenziale e semiresidenziale.

In caso di più soggetti non autosufficienti nello stesso nucleo familiare viene concesso un massimo di due assegni utilizzando come titolo di precedenza la maggiore età e, a parità di età, la valutazione dell’Assistente Sociale dell’Ambito Territoriale Sociale n°10 in merito alla gravità delle condizioni di salute e al conseguente maggior bisogno di assistenza.

Le domande di assegno di cura, redatte su apposito modello, dovranno pervenire tramite consegna a mano o inviate per posta (farà fede il timbro postale) alla sede dell’Ambito Territoriale Sociale n°10 – Unione Montana dell’Esino Frasassi di via Dante 268 a Fabriano, entro e non oltre le 13 di venerdì 19 luglio.

Successivamente a questo termine, sarà formulata una graduatoria d’Ambito in base all’Isee risultante dalle domande pervenute. A parità di Isee verrà data priorità ai soggetti con maggior carico assistenziale. La graduatoria non dà immediato diritto al contributo che sarà subordinato anche alla realizzazione di un patto di assistenza domiciliare da sottoscrivere a cura delle parti nel quale vengono individuati: i percorsi assistenziali a carico della famiglia, gli impegni a carico dei servizi, la qualità di vita da garantire alla persona assistita, le conseguenti modalità di utilizzo dell’assegno di cura, la tempistica di concessione dello stesso, se seguito dall’Assistente Familiare il contratto di lavoro e iscrizione dell’Operatore nell’Elenco regionale degli Assistenti  Familiari. Per le situazioni più complesse la valutazione verrà effettuata di concerto con l’Unità Valutativa Integrata del Distretto Sanitario di Fabriano.

Al termine del percorso sopra indicato, ai singoli richiedenti verrà trasmessa una comunicazione scritta relativa all’esito della domanda. La graduatoria avrà la durata di un anno. L’entità dell’assegno di cura è di 200 euro mensili. L’assegno, essendo retroattivo, verrà erogato trimestralmente a partire dal 01/07/2019 e fino al 30/06/2020.

Guarda Anche

Il caso di Jeffrey Epstein e la depravazione dell’élite finanziaria americana – Come Don Chisciotte – Controinformazione – Informazione alternativa

  DAVID WALSH wsws.org Le dimissioni venerdi scorso [12 luglio] di Alexander Acosta, il segretario …