Home / Famiglia / colle di val d’elsa assistenza servizi anziani

colle di val d’elsa assistenza servizi anziani

Giorni fa si tenuto, presso la sede della Pubblica Assistenza di Colle di Val d’Elsa, un importante incontro sul progetto “Pronto badante”, al quale ha partecipato anche l’assessore alla Sanit della Regione Toscana Stefania Saccardi. L’associazione colligiana infatti diventata il punto di riferimento dell’iniziativa per tutti i comuni dell’Alta Valdelsa, fornendo un aiuto concreto alle famiglie che hanno bisogno di sostegno per una persona anziana che si trova per la prima volta a dover affrontare una situazione di fragilit.

Chiamando il numero verde 800 59 33 88, attivo dal luned al venerd, dalle ore 8.00 alle 19.30, e il sabato, dalle ore 8.00 alle 15.00, gli utenti riceveranno, entro massimo 48 ore, la visita dei volontari per un colloquio informativo che li aiuter ad orientarsi, illustrando loro le procedure del servizio e compilando i moduli necessari per avviare la pratica. Alle famiglie che potranno accedervi saranno inoltre erogati 300 euro una tantum, a conclusione del periodo di attivazione di un rapporto di lavoro regolare e occasionale con una/un assistente familiare (fino a un massimo di 30 ore), per le prime necessit (maggiori informazioni: www.regione.toscana.it/-/pronto-badante-in-tutta-la-regione).

Katiuscia e Debora, due volontarie che si sono da poco cimentate con questo servizio partito dal 1 marzo in tutta la Toscana, raccontano la propria esperienza: Abbiamo riscontrato nelle famiglie un bisogno pratico e concreto pi che economico. Abbiamo trovato persone che si sono trovate totalmente disorientate, che non erano minimamente a conoscenza delle possibilit che avevano davanti e le abbiamo rassicurate indicando loro il percorso da intraprendere.

Credo che in situazioni come queste sia molto importante saper ascoltare gli altri – ha detto Franca Consortini, membro del consiglio direttivo, che ha seguito il progetto per l’associazione -. Uno degli scopi della Pubblica Assistenza quello di saper stare vicino alle persone e aiutarle nei momenti di difficolt. Per ora abbiamo fatto pochi interventi per il “Pronto badante”, ma ne abbiamo gi conclusi alcuni. Speriamo di poter continuare ad andare incontro alle esigenze dei cittadini e arrivare ad avere in futuro una banca dati bene organizzata.

La Regione Toscana ha investito 3milioni 600mila euro su questo progetto. Un progetto che funziona grazie soprattutto alla rete connettiva costruita tra le tante realt che si occupano di volontariato e assistenza. L’assessore regionale Stefania Saccardi ha inventato il servizio dopo cinque anni di assessorato alle Politiche sociali del Comune di Firenze. Ho capito come negli anni siano cambiati i bisogni delle persone – spiega a conclusione della mattinata -. Ho cominciato a percepire la necessit importante di organizzarsi quando un loro parente, principalmente anziano, torna a casa dall’ospedale, da cui spesso esce ancora pi disorientato, dopo aver sconvolto un equilibrio gi di per s molto fragile. All’inizio l’obiettivo era quello di provare a orientare le persone, senza dare il servizio vero e proprio (quello compito dei servizi sociali del territorio), ma andando incontro a chi si trova l, come una pallina da flipper, senza sapere dove sbattere la testa. L’obiettivo era proprio quello di dare una mano a indirizzare le persone, ed quello che fanno le associazioni come la Pubblica Assistenza.

In futuro – aggiunge – dovremmo trovare delle risorse per la formazione, per esempio, in famiglia e accompagnare le badanti in quella che in gergo viene chiamata “aderenza terapeutica”, insegnando loro cose come la lingua, quando somministrare le medicine, come cucinare certi piatti. In pi bisogna lavorare su certi tipi di assistenza per disabilit particolari, come nel caso dei malati di SLA. Abbiamo inoltre finanziato proprio adesso i corsi per OS nelle Aziende Sanitarie toscane.

Presenti anche il sindaco del Comune di Colle di Val d’Elsa Paolo Canocchi, l’assessore alla Coesione sociale Sofia Aggravi, il direttore della Fondazione Territori Social Altavaldelsa Andrea Dilillo, Direttore del Consorzio Cori di Firenze Fabio Cacioli, il presidente della Cooperativa Sociale Matrix Onlus Giuseppe Guazzelli e il presidente dell’Associazione Pubblica Assistenza Alessandro Scalabrini.

Pubblicato il 19 maggio 2018

Guarda Anche

Elezioni Europee 2019, le liste e tutti i candidati in Calabria

I calabresi saranno chiamati alle urne il prossimo 26 maggio nelle elezioni europee 2019 che …