Home / Malattie / Paderno: giuramento del sindaco Torchio che promette attenzione alle fasce deboli

Paderno: giuramento del sindaco Torchio che promette attenzione alle fasce deboli

Giuramento sulla Costituzione, ieri 10 giugno, a Cascina Maria, dove il nuovo sindaco, Gianpaolo Torchio, ha presieduto il consiglio comunale. Peraltro subito operativo.

Prima di mettersi la fascia, Torchio ha voluto ringraziare i cittadini e sottolineare, in breve, gli impegni dei prossimi cinque anni. “Oggi non presenteremo le linee programmatiche – ha esordito – voglio però ringraziare i 1225 padernesi che hanno voluto riconfermare “Vivere la Piazza”, lista di maggioranza alla guida del paese. Sento profondamente la responsabilità che mi è stata consegnata, della quale dovrò rendere conto. Eletto con questa maggioranza, sarò il sindaco di tutti”.

Il nuovo sindaco ha cominciato la sua breve riflessione con i ringraziamenti a Renzo Rotta “Sindaco uscente, che ha lasciato un paese con opere realizzate, un programma ben avviato e conti in ordine. Premessa indispensabile per continuare bene. Ora tocca a noi raggiungere i gli obiettivi e migliorare, ancora di più, la qualità della vita”. Entrando nei particolari, Torchio ha parlato di attenzione alle fragilità (anziani, disabili, disagio sociale) “tema che ha visto l’amministrazione di Paderno d’Adda sempre presente”.

Sulla sicurezza, il sindaco ha sottolineato come questa “Sia un tema imprescindibile, ma sempre in collaborazione con la forze dell’ordine, senza mai sostituirsi a loro”. Terzo punto, ambiente, ecologia, ma anche la valorizzazione della grande bellezza, “Invidiabile” del nostro territorio. Infine gli esercizi commerciali, la socialità, le scuole, lo sport, gli eventi, la cultura.

Subito dopo la Giunta. Gianpaolo Villa, assessore esterno, che ha assunto la carica di vicesindaco, avrà la delega al bilancio e all’istruzione. Valentino Casiraghi gestirà ambiente, ecologia e lavori pubblici. Barbara Riva i servizi sociali e la cultura. Antonio Besana, urbanistica, sport, tempo libero e commercio. Ogni consigliere avrà una delega. Matteo Martini (19 anni) i giovani e la comunicazione “Temi decisivi” ha sottolineato il sindaco. Filippo Fazio eventi e gemellaggi “Se ce la faremo con i sei Comuni italiani che portano il nome di Paderno“.

L’ex sindaco Renzo Rotta, “Indispensabile, per la sua conoscenza del territorio e gli ottimi rapporti costruiti in questi anni con RFI e le Istituzioni” ha continuato Torchio “avrà la delega al grosso problema del ponte, al progetto per la valorizzazione del centro storico e al Piano di Governo del Territorio”. Barbara Canziani agli eventi culturali e alla biblioteca. I Capogruppo saranno Claudio Stella per “Vivere la Piazza” e Carlo Zucchi, candidato sindaco di “Paderno Cambia”. Nella commissione elettorale sono stati eletti Matteo Martini e Filippo Fazio per “Vivere la Piazza”; Ambrogio Andreotti per “Paderno Cambia”.

Commissione per la scelta dei giudici popolari, Barbara Canziani e Matteo Crippa. Ad illustrare le indennità è stato Gianpaolo Villa, assessore al bilancio. I consiglieri riceveranno 9,96 euro per ogni seduta di consiglio comunale (massimo una decina ogni anno). Stessa indennità per le riunioni della commissione paesaggistica (ex edilizia). Il consiglio è diventato subito operativo con le variazioni di bilancio illustrate dal vicesindaco Villa. “Ci sono lavori per i quali, se non vogliamo perdere i fondi, dovremo organizzare subito gare d’appalto. Altri necessari. Si vota: 8 a favore, 4 astenuti. L’ amministrazione comunale è al lavoro. La nuova legislatura è cominciata.”

Guarda Anche

M5S ottiene il potenziamento dell’assistenza e diagnostica sanitaria domiciliare • Flaminia & dintorni

Dopo oltre un anno di sensibilizzazione sulla tematica verso i colleghi consiglieri degli altri schieramenti …